BLOG

Differenze fra Superbonus, Super Ecobonus ed Ecobonus

Mar 18, 2021 | Incentivi Pannelli Solari e Fotovoltaico, Legislazione Installazione Pannelli Solari | 2 commenti

Negli ultimi anni un gran numero di paesi di tutto il mondo ha cominciato a lavorare e investire sulle rinnovabili, dato che è un modo di ridurre il riscaldamento globale. In Francia, nel primo trimestre dell’ultimo anno sono stati impiantati 6.933 pannelli solari. In Italia, durante il 2019, 58.000; questo ha incrementato 750 MW la potenza derivante da fonti rinnovabili nel nostro Paese.

Una delle vie che il Governo sta usando per incentivare l’installazione d’impianti fotovoltaici è l’agevolazione degli interventi di efficientamento energetico. Di conseguenza, aumentiamo il valore del nostro edificio, riduciamo il costo della bolletta e rispettiamo l’ambiente. Così, il Governo sta aiutando il pianeta a guarire, permettendo alla popolazione italiana d’impostare facilmente l’energia fotovoltaica.

 

Ecobonus, Bonus casa, Superbonus e Super Ecobonus

Tutti abbiamo sentito nominare questi bonus, ma è chiara la differenza? Vediamo tutto quello che c’è da sapere.

Ecobonus

L’agevolazione dell’Ecobonus, che sarebbe una detrazione dall’Irped o dall’Ires, viene concessa in caso di realizzare interventi che aumentino il livello di efficienza energetica in degli edifici già esistenti. Come spiega l’Agenzia delle Entrate, queste detrazioni vengono riconosciute principalmente, ma non solo, per:

  • la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento
  • il miglioramento termico dell’edificio (coibentazioni – pavimenti – finestre, comprensive d’infissi)
  • l’installazione di pannelli solari. Per interventi d’installazione di pannelli solari si intende l’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda per usi domestici o industriali e per la copertura del fabbisogno di acqua calda in piscine, strutture sportive, case di ricovero e cura, istituti scolastici e università.
  • la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale
  • l’acquisto e la posa in opera di schermature solari

Le detrazione ripartono in 10 rate annuali di pari importo. Differiscono dipendendo se riguardano la singola unità immobiliare o se riguardano gli edifici condominiali. Variano anche a seconda dell’anno in cui è stato effettuato. Posso essere associate alla cessione del credito

Bonus casa

Gli interventi effettuati per il conseguimento di risparmi energetici, con particolare riguardo all’installazione d’impianti basati sull’impiego delle fonti rinnovabili di energia. Rientra tra i lavori agevolabili, per esempio, l’installazione di un impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica, in quanto basato sull’impiego della fonte solare e, quindi, sull’impiego di fonti rinnovabili di energia (risoluzione dell’Agenzia delle entrate n. 22/E del 2 aprile 2013).

Superbonus

Secondo l’Agenzia delle Entrate, “il Superbonus è un’agevolazione prevista dal Decreto Rilancio che eleva al 110% l’aliquota di detrazione delle spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 30 giugno 2022, per specifici interventi in ambito di efficienza energetica, d’interventi antisismici, d’installazione d’impianti fotovoltaici o delle infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici”. Come possiamo vedere, ci sono principalmente due tipologie: quella relativa alle misure antisismiche, chiamata Super Sismabonus, e quella dedicata agli interventi di efficienza energetica, compresi gli interventi di ricostruzione e demolizione, chiamata Super Ecobonus. Cioè, il Super Ecobonus è un tipo di Superbonus.

In entrambi i casi, la detrazione è riconosciuta “nella misura del 110%, da ripartire tra gli aventi diritto in 5 quote annuali di pari importo e per le spese sostenute nel 2022 in 4 quote annuali di pari importo, entro i limiti di capienza dell’imposta annua derivante dalla dichiarazione dei redditi”.

Il Superbonus, e quindi il Super Ecobonus, si applica ai condomini, alle persone fisiche, agli istituti autonomi case popolari, cooperative di abitazione, Onlus e associazioni e società sportive dilettantistiche. Possiamo osservare come è a favore di tutte le parti sociali. Il Superbonus, essendo del 110%, permette riqualificare l’immobile in maniera gratuita.

Per il Super Ecobonus, gli interventi principali riguardanti sono:

  • Gli interventi d’isolamento termico sull’involucro.
  • La sostituzione dell’impianto di climatizzazione sulle parti comuni ed edifici unifamiliari.

Ma non sono solo questi. Ce ne sono altri, detti trainanti, che però devono essere accompagnati di uno dei punti principali elencati sopra e migliorare di ben due classi energetiche il palazzo. Quei in rapporto con il fotovoltaico sono:

  • Gli interventi di efficientamento energetico.
  • L’installazione d’impianti solari fotovoltaici.

Differenze fra Ecobonus e Super Ecobonus 110%

È normale confonderli, dato che hanno molte similitudini, ed entrambe hanno lo stesso obbiettivo: agevolare gli interventi di efficientamento energetico. Le differenze principali sono:

  • L’aliquota.
  • I tempi di ammortamento fiscale (per l’Ecobonus sono 5 anni; per il Super Ecobonus sono 10 anni).
  • L’obbligo di guadagnare due classi energetiche o di compiere lavori “trainanti” nel caso del Super Ecobonus.
  • Nel Superbonus rientrano anche gli interventi di demolizione e ricostruzione di edifici esistenti

Quello sicuro è che l’Ecobonus ha regole meno limitanti. Domenico Prisinzano, responsabile del “Laboratorio Supporto Attività Programmatiche per l’efficienza energetica” e membro del Dipartimento Unità Efficienza Energetica dell’ENEA ha dichiarato nell’intervista realizzata dal portale d’informazione INGENIO: “È chiaro che è più appetibile il Super Ecobonus, se non altro ci si aspetta una risposta maggiore per gli edifici condominiali perché l’Ecobonus ha funzionato bene principalmente quando si è trattato di eseguire interventi in singole unità immobiliari. Quando invece bisognava coinvolgere un intero condominio, le cose sono risultate più difficoltose. Un incentivo così forte può spingere un’assemblea ad approvare con più facilità i lavori”.

Cessione del credito

La persona beneficiaria di questi incentivi ha due opzione: può fruirne direttamente o approfittare dell’opzione dello sconto in fattura, cioè, cedere l’imposta di credito.

Se vuoi capire se puoi usufruire di una di queste agevolazione, se vuoi ottenere un preventivo del tuo impianto fotovoltaico, a Wekiwisolar ti aiutiamo con il nostro simulatore. In meno di un minuto avrai un preventivo. Inoltre, abbiamo delle collaborazioni con dei general contractor che possono gestire il progetto a 360 gradi. Il tutto con la cessione del credito! Scopri di più sul nostro sito e ottieni un preventivo oggi.

2 Commenti

  1. Lena Kazandjian

    Ho una casa indipendente in Puglia a San Gregorio di Patù provincia di Lecce.
    Ho fatto fare l’APE e sono di categoria B. e isolata.
    Non ho pendenze fiscali e la casa e stata costruita nel 2005 tutta legalmente.!
    Desidero sapere se ho il diritto al super bonus 110%.
    Per aver i pannelli solari e la pompa di calore tutto istallato chiavi in mano.
    Graziev

    Rispondi
    • wekiwisolar

      Buongiorno Lena,

      La ringraziamo di averci contattato.

      Per ottenere il superbonus è necessaria un’opera trainante ed il doppio salto di classe energetica dell’unità abitativa.

      wekiwisolar ad oggi, nella regione Puglia, non offre pacchetti Superbonus chiave in mano, ma solo per l’impianto fotovoltaico (con cessione del credito e sconto in fattura).

      La invitiamo a contattarci direttamente in ufficio per avere maggiori informazioni.

      Un saluto!

      Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iniziare chat
1
Ciao, come possiamo aiutarti ?
Ciao, come possiamo aiutarti ?

Il nostro orario è:

L-G dalle 9:30 alle 19:00
V dalle 9:30 alle 16:30
S e D chiusi