BLOG

Pannelli fotovoltaici: le ultime novità

Nov 24, 2020 | Pannelli Solari e Fotovoltaico di Ultima Generazione | 0 commenti

L’installazione di un impianto solare è senza dubbio una delle migliori alternative per motivare persone e aziende a prendere le distanze dall’elettricità generata dal carbone. Adesso, grazie a un’ultima scoperta, ci sarà un altro motivo per scegliere l’energia solare: con uno studio recente si è trovato il modo di aumentare a dismisura la quantità di luce catturata dai pannelli solari convenzionali.

Infatti, i ricercatori dell’Università di York (Regno Unito) e quelli dell’Università NOVA di Lisbona (Portogallo), si sono uniti per condurre uno studio e verificare come i diversi design delle superfici dei pannelli possono influire sull’assorbimento della luce solare. È così che è stato scoperto che un motivo a scacchiera “in 3D” riesce a incrementare le prestazioni dei pannelli e la loro capacità di assorbire la luce del 125%.

Secondo gli scienziati questa scoperta rappresenta una vera e propria svolta che potrebbe cambiare l’industria delle energie rinnovabili. Con il nuovo motivo a scacchiera infatti, si potrebbero produrre pannelli solari più sottili, leggeri e flessibili; inoltre i nuovi pannelli potrebbero alimentare più case ed essere utilizzati in una gamma più ampia di prodotti.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Optica.

Lo studio

Il settore delle energie rinnovabili è sempre alla ricerca di nuovi modi per migliorare le prestazioni dei pannelli solari, ad esempio aumentandone l’assorbimento della luce delle celle solari di materiali leggeri. Infatti, dei materiali più leggeri offrirebbero il vantaggio di poter essere utilizzati in più modi, ad esempio usandoli sulle vele delle barche o sulle attrezzature da campeggio. Il silicio, che al giorno d’oggi viene utilizzato per la costruzione di celle fotovoltaiche, ha il difetto di richiedere molta energia per la sua produzione. È per questo che la ricerca si sta concentrando sullo sviluppo di celle più sottili.

L’obiettivo dello studio condotto dall’Università di York e dall’Università NOVA era trovare il modo di far assorbire più energia da una cella solare, intrattenendo in questo modo più luce e riflettendone il meno possibile. I risultati sono stati veramente notevoli.

Il dott. Christian Schuster, del Dipartimento di Fisica dell’Università di York, ha dichiarato: “Abbiamo trovato un semplice trucco per aumentare l’assorbimento delle celle solari sottili. Le nostre indagini dimostrano che l’idea rivaleggia con il miglioramento dell’assorbimento di progetti più sofisticati, assorbendo anche più luce in profondità nel piano e meno luce vicino alla struttura superficiale stessa. Questo design offre il potenziale per integrare ulteriormente le celle solari in materiali più sottili e flessibili e quindi creare maggiori opportunità di utilizzare l’energia solare in più prodotti

Il segreto sta proprio nel motivo a scacchiera che migliora la diffrazione aumentando la probabilità che la luce venga assorbita e poi utilizzata per creare elettricità.

pannelli solari 3d, Pannelli fotovoltaici: le ultime novità, wekiwisolar

Fonte: rivista Optica.

Cosa comporta?

Questa scoperta potrebbe avere delle ripercussioni positive enormi per l’industria del fotovoltaico e per l’ambiente. Come accennato anteriormente, questo design può fare in modo che i pannelli fotovoltaici siano integrati in materiali più sottili e flessibili. Di conseguenza, ci sarebbero maggiori opportunità di utilizzare l’energia solare in più prodotti, oltre che in maniera più efficiente.

Una delle conseguenze più importanti riguarda il prezzo: grazie a questa scoperta, installare un impianto fotovoltaico diventerà ancora più conveniente. Infatti, il rapporto costo-efficacia delle risorse utilizzate per la fabbricazione delle celle solari potrebbe diventare 10 volte superiore.

In conclusione, con la stessa quantità di materiale e occupando la stessa quantità di spazio, avremmo 10 volte più energia solare. Questa importante scoperta renderebbe i pannelli fotovoltaici molto più sottili, accrescendone la comodità e praticità. In questo modo, potrebbe verificarsi una rapida espansione del fotovoltaico e, in particolar modo, aumentare la produzione di elettricità solare e ridurre notevolmente la nostra impronta di carbonio.

N.B.: Per il momento wekiwisolar ancora non dispone di questa tipologia di panelli solari.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iniziare chat
1
Ciao, come possiamo aiutarti ?
Ciao, come possiamo aiutarti ?

Il nostro orario è:

L-G dalle 9:30 alle 19:00
V dalle 9:30 alle 16:30
S e D chiusi