fbpx
Seleziona una pagina

Negli ultimi anni, i governi di tutto il mondo hanno applicato misure per fomentare lo sviluppo dell’energia solare, per cui sorge spontaneo chiedersi quali sono i paesi che maggiormente sfruttano i pannelli solari. Il fatto che l’energia solare stia prendendo piede in paesi come la Cina e l’India, fa pensare a un grande salto di qualità a livello mondiale e denota come, anno dopo anno, la produzione di energia solare avrà sempre più un ruolo di rilievo.

Basandoci sui dati raccolti da PowerWeb, in questo articolo vi racconteremo quali sono i paesi che maggiormente sfruttano i pannelli solari.

Quali sono i paesi che maggiormente sfruttano i pannelli solari? Top 10

1. Cina (130.4 GW)

In linea di massima, la Cina lascia abbastanza a desiderare in quanto a protezione del medio ambiente. È forse per questo che gli sforzi messi in atto dal paese ultimamente non hanno ricevuto molta attenzione, nonostante la capacità solare cinese sia aumentata dell’81% nell’ultimo anno. L’obiettivo della Cina è generare il 20% dell’energia da fonti rinnovabili entro il 2030. Fino al 2014 il 70% della capacità solare a livello mondiale era rappresentato dalla Cina. Inoltre, recentemente è stata attivata in Cina l’impianto fotovoltaico più grande del mondo.

2. Stati Uniti (85.3 GW)

Negli Stati Uniti si trovano la tecnologia, il talento e le condizioni ambientali richieste per essere tra i paesi che maggiormente sfruttano i pannelli solari al mondo, oltre ad averne una domanda sempre maggiore. Purtroppo però non si è visto un interesse continuo delle forze politiche in questo senso, dove Trump, ritirando gli Stati Uniti dall’Accordo di Parigi, ha manifestato chiaramente che il futuro dell’energia solare del paese non sarà brillante. In ogni caso, alcuni Stati hanno stabilito degli ambiziosi obiettivi riguardo alle energie rinnovabili, in particolare all’energia solare. Allo stato attuale negli Stati Uniti si trovano gli impianti solari più grandi e più avanzate del mondo.

3. Giappone (63,3 GW)

Tra tecnologia e industria, il Giappone è stato uno dei primi paesi a sviluppare energia solare a grande scala, e continua ad innovare continuamente il settore. L’obiettivo è che l’energia solare rappresenti il 10% della domanda energetica del paese entro il 2050.

4. India (57,4 GW)

In India hanno iniziato ad investire seriamente nell’energia solare a partire dal 2011 e la crescita è stata esponenziale fino al 2020, anno nel quale la Banca Mondiale ha elargito prestiti di un miliardo di dollari per la causa. Con questi importanti investimenti, si prevedere che gli indiani potranno godere di una capacità installata di 100 GW entro il 2022. Essendo un paese in via di sviluppo, l’energia solare ha un importante ruolo anche per il riscaldamento e per la purificazione dell’acqua in molte regioni dell’India. Inoltre, visto che i prezzi sono particolarmente bassi, il governo sta annullando diversi progetti di costruzione di centrali elettriche a carbone.

5. Germania (48.4 GW)

Notoriamente, la Germania è stata sempre in prima linea per quanto riguarda la produzione di energia rinnovabile. I tedeschi hanno adottato una strategia per cui, entro il 2050, il paese dovrebbe ottenere almeno il 60% della sua energia da fonti rinnovabili. La Germania è il paese leader in energie rinnovabili in Europa, grazie alle sue 30 installazioni di energia fotovoltaica che generano almeno 20MW all’anno. Il paese, anno dopo anno, batte i propri record di energia solare.

6. Italia (22,6 GW)

Probabilmente sono pochi quelli che sentendo la domanda “Quali sono i paesi che maggiormente sfruttano i pannelli solari?” penserebbero che l’Italia sia tra questi. La presenza del nostro paese nel ranking può essere atipica, visto che siamo notoriamente un paese importatore di energia. L’energia solare rappresenta quasi il 10% dell’energia consumata in Italia, e si prevede che possa essere duplicata nel prossimo decennio. In particolare per l’Italia, questa risorsa non è solamente un’opportunità di sfruttare una risorsa che abbonda nel nostro paese, come lo è il sole, ma è anche un modo di ridurre la dipendenza energetica da paesi esteri.

Per quanto riguarda la distribuzione territoriale, la Lombardia è la con più pannelli solari (131.831), mentre la Puglia è leader in termini di potenza installata (oltre 2,6 GW). Al Centro spicca il Lazio con l’8,2% e al Sud la maggiore concentrazione di nuove installazioni si trova in Sicilia (6%). Le regioni con minore presenza di impianti sono Basilicata, Molise e Valle D’Aosta.

7. Regno Unito (14.2 GW)

Il Regno Unito ha superato la Francia e la Spagna in quanto a impianti solari nel 2015. Negli ultimi anni i governi nazionali hanno favorito le installazioni di impianti solari nelle scuole, nelle abitazioni e nei centri commerciali. Tra aprile e settembre del 2016 i pannelli solari del Regno Unito hanno prodotto più energia del carbone, e in una giornata particolarmente soleggiata la produzione di energia solare ha superato di sei volte l’energia a carbone.

8. Francia (12,8 GW)

Con un’economia forte e un settore energetico altamente sviluppato, non sorprende affatto che in Francia gli impianti solari abbiano preso il sopravvento. Per esempio è in Francia che si trova l’impianto fotovoltaico più grande d’Europa, costruito nel 2014: un mega progetto dal valore di 360 milioni di euro nei pressi di Cestas (Acquitania). Con una capacità pari a 300 MW, il parco solare è abbastanza potente da soddisfare le esigenze elettriche di una città grande come Bordeaux.

9. Australia (12,2 GW)

Dal 2009 in poi, la presenza dell’energia solare in Australia è aumentata a dismisura. Ad ora il paese ha circa 20 progetti solari con una capacità superiore a 1 MW. Non solo: è previsto l’arrivo di un parco solare da 480 MW nel Queensland australiano, che aiuterà  Queensland a realizzare il suo obiettivo di energia rinnovabile al 50% entro il 2030.

10. Pakistan (10 GW)

Nel 2012 si è inaugurata in Pakistan il primo parco di energia fotovoltaica del paese. Il Pakistan ha deciso di puntare sul fotovoltaico per ovviare ai gravi problemi di approvvigionamento di energia elettrica che affliggono il paese. La fornitura di energia elettrica è instabile e discontinua un po’ in tutto il Pakistan, con frequenti black out, soprattutto nelle aree rurali. Il parco fotovoltaico di Quaid-e-Azam aiuta ad alleviare il problema, fornendo energia elettrica pulita e in grande quantità.

Adesso che sai quali sono i paesi che maggiormente sfruttano i pannelli solari puoi entrare anche tu a far parte di questo cambiamento e installare un impianto fotovoltaico a casa tua, campo nel quale l’Italia sta avendo un ruolo così importante.